Oggi inauguriamo il nuovo blog aziendale di Araundu, #creainnovacomunica, ed il primo post ho voluto dedicarlo proprio a questo utile e potente strumento. La comunicazione digitale è cambiata negli ultimi 10 anni: oggi la competizione sul web è diventata sfrenata, i dispositivi mobili hanno modificato le regole del gioco e le necessità di indicizzazione sui motori di ricerca, Google su tutti, sono diventate pressanti. Perché quindi creare un blog aziendale per venire incontro a tutte queste esigenze, così apparentemente diverse l’una dall’altra? In questo post cercherò brevemente di dare una serie di indicazioni su quali sono i vantaggi di questa attività che secondo me in questo momento è la più importante e decisiva su internet.

Migliorare l’indicizzazione

Come migliorare l'indicizzazione sui motori di ricerca con il blog aziendale

La ragione più ovvia per aprire un blog aziendale è quella di migliorare il proprio posizionamento organico sui motori di ricerca, in particolare su Google. Un sito web non ecommerce in genere è formato da un numero limitato di pagine, di solito tra le cinque e le venti. Ciascuna di queste può essere indicizzata per poche parole chiave ed è molto difficile, se non impossibile, raccogliere traffico da tutte le ricerche cosiddette di coda lunga, cioè con più di tre parole, che vengono effettuate.

Molte di queste ricerche, inoltre, sono composte sotto forma di domanda o di richiesta. Come creare un sito web? Come guadagnare facilmente? Come aumentare le vendite con un blog aziendale? Sono tutte chiavi di ricerca importanti e le pagine di un sito non permettono di indicizzarle tutte correttamente. Ovviamente si può aprire una sezione di domande frequenti, o FAQ, che è molto importante. Per avere però le migliori possibilità di salire nei risultati di Google è necessario avere una pagina specificamente ottimizzata per quelle ricerche.

Il blog aziendale permette di creare decine, centinaia, migliaia di pagine ottimizzate, oltre a garantire una continuità di pubblicazione fornendo così ai motori di ricerca contenuti sempre freschi, aggiornati, utili e rilevanti.

Generare autorevolezza

Come generare autorevolezza con il blog aziendale

Uno dei maggiori problemi che si riscontrano quando si avvia un’attività online è quello di farsi conoscere. Non solo nel senso di farsi trovare, per quello basta qualche annuncio su AdWords ed un po’ di attività social ben fatta. Come fa una persona che non ha mai sentito nominare il nostro nome o il nostro prodotto a fidarsi e, possibilmente, a darci dei soldi diventando cliente? La soluzione, se non si hanno centinaia di migliaia di euro da spendere in comunicazione, è una sola: autorevolezza.

Ovviamente il blog aziendale non è l’unico strumento: infoprodotti, video, libri sono altre valide soluzioni per contribuire a dare un senso di professionalità e competenza al proprio brand, che sia personale o aziendale. Con il blog è però possibile far capire che si conoscono il proprio settore e le sue esigenze in modo veloce ed informale, generando fiducia e disponendo positivamente i propri lettori.

Scopri 7 strumenti fondamentali per affrontare – e vincere – le sfide dell’era digitale

Conquistare con lo storytelling

Come fare storytelling con il blog aziendale

Si fa tanto parlare negli ultimi mesi di storytelling legato al marketing, al copywriting ed alla creazione di contenuti. E’ possibile raccontare la propria azienda in modo creativo sulle proprie pagine corporate, il caso del sito Apple è un ottimo esempio. Se però non si dispone di un appeal e di una forza comunicativa così potenti, il blog aziendale può venirci in aiuto permettendo di creare intorno al nostro marchio e ai nostri prodotti un mondo che li renda più accattivanti, più vicini alla sensibilità dei potenziali clienti.

Storytelling significa certamente scrittura creativa, ma non solo: video, fotografie, illustrazioni… Tutto quello che può servire per raccontare una storia appassionante intorno alla nostra attività è importante e può fare la differenza tra il successo e la sconfitta. Se si studia bene la propria nicchia di mercato e si creano i contenuti adatti, il blog può diventare una forma di contatto e di comunicazione molto più potente di qualsiasi altro canale.

Condividere sui social network

Come migliorare i social network con il blog aziendale

Si può fare business sui social network, o possono permetterlo solo i grandi brand con grandi budget promozionali da investire? La risposta a questa domanda è che certamente è possibile sfruttare i canali social per promuovere la propria azienda e i propri prodotti, ma bisogna farlo in modo intelligente. Il blog aziendale, anche in questo caso, può venirci in soccorso permettendo di generare contenuti interessanti da condividere, trasformando così le piattaforme social in fonti di traffico verso il nostro sito.

Tutti vorrebbero vedere i propri post su Facebook generare centinaia di like e di commenti e riuscirci non è impossibile. Il problema però è come convertire questa popolarità virtuale in potenziali opportunità commerciali? Il modo più diretto è quello di portare le persone da Facebook al proprio sito attraverso articoli utili e rilevanti per loro, possibilmente risolvendo qualche problema pratico. In questo modo magari non diventeranno immediatamente clienti, ma ricorderanno l’autorevolezza del nostro nome e l’aiuto che abbiamo saputo dar loro.

Potenziare le vendite e fidelizzare i clienti

Come aumentare le vendite con il blog aziendale

Tutto ciò che ho scritto sopra ha ovviamente un’unica conclusione, dato che si tratta di attività aziendali e professionali: la vendita. In che modo un blog aziendale può aiutarci ad aumentare il nostro fatturato? Se utilizzato con costanza e strategia questo strumento può portare ad ottenere grandi risultati, costruendo la base per ogni altra azione di comunicazione sia online che offline, o sostituendole tutte.

La prima e più ovvia tecnica per trovare nuovi clienti è quella della lead generation, ovvero della generazione di contatti potenzialmente interessati. Questo può essere fatto utilizzando il blog come via per raccogliere iscrizioni ad una newsletter, strumento potentissimo per mantenere fidelizzato il proprio pubblico, aumentando così la propria autorevolezza e costruendo una lista sempre più grande di potenziali clienti e ambasciatori spontanei, referenze attive del brand.

Se si possiede uno shop online è anche possibile collegare le pagine del blog a specifici prodotti, con opportune azioni da effettuare proprio mentre l’interesse dell’utente è stato stimolato al massimo dal nostro articolo. Raccontare una gustosissima ricetta di cucina mentre accanto appare proprio il robot perfetto per realizzarla in pochi minuti ad esempio può aiutare ad aumentare, e di molto, il tasso di conversione, innescando un circolo virtuoso di raccolta contatti, lead generation, vendita, fidelizzazione e condivisione.

Vuoi aprire un blog aziendale per la tua attività?
CONTATTACI ORA