Le Olimpiadi 2016 di Rio De Janeiro sono appena terminate. Mentre abbiamo ancora negli occhi la pesante sconfitta dell’Italia della pallavolo nella finale con il Brasile, sfogliando tra i dati di Google abbiamo trovato alcuni elementi interessanti. Come è possibile sfruttare un evento per aumentare il traffico al proprio sito web? Riuscire a cavalcare, se non ad anticipare l’interesse generato dai Giochi Olimpici sulle ricerche, ha portato potenzialmente molti vantaggi. Di seguito abbiamo preso alcuni esempi da Google Trends in versione inglese, ma il principio è sempre valido.

A lezione di Samba

I grandi eventi hanno sempre un impatto notevole sui motori di ricerca. Già dai primi giorni di competizioni a Rio, infatti, hanno cominciato a venir fuori alcuni dati curiosi ed affascinanti. Come quello sulle lezioni di Samba, che nel giorno della cerimonia di apertura hanno avuto un picco nelle ricerche del 500%, superando addirittura quelle di danza classica. Avranno gioito le scuole di Samba con i siti indicizzati meglio. Allo stesso modo, in concomitanza con gli incontri sono aumentate le ricerche relative ai corsi di boxe.

rio-2016-cerimonia-apertura-samba

Tutti pazzi per Tonga

Sempre durante la cerimonia d’apertura, l’avvenenza dell’atleta portabandiera di Tonga ha generato un picco nelle ricerche su quel Paese, con potenziali vantaggi per uffici turistici e agenzie che abbiano saputo intercettare questo inaspettato surplus di traffico. Anche Fiji e Kiribati hanno avuto il loro momento di gloria, con tantissime ricerche in seguito ad avvenimenti particolari che hanno visto protagonisti i propri atleti nel corso delle Olimpiadi di Rio 2016.

rio-2016-portabandiera-tonga

Scopri l’importanza di un sito web aggiornato e ben indicizzato

Basta correre, in marcia!

Persino le abitudini sportive più consolidate nella vita di tutti i giorni possono essere influenzate da questo tipo di eventi. Un esempio? Le parole chiave su marcia e relativa attrezzatura tecnica sono aumentate superando addirittura il jogging del 160%. Hanno fatto bene quelle ditte che hanno provveduto ad inserire nel loro shop online anche le scarpe da marcia, oltre a quelle da corsa.

olimpiadi-2016-marcia

Hop Hop: Hula Hoop

Concludiamo questa breve rassegna con il dato che ci è sembrato più sorprendente ed inaspettato: durante le esibizioni di ginnastica ritmica, che hanno visto la squadra italiana uscire dal podio per appena 0.2 punti, le ricerche per hula hoop sono aumentate a tal punto da superare quelle per i palloni da calcio! Anche qui, conoscendo questi dati e preoccupandosi di avere un buon SEO, qualche azienda specializzata avrà ringraziato i giochi olimpici per gli ottimi affari garantiti.

olimpiadi-2016-ginnastica-ritmica-hula-hoop

Verifica ora l’ottimizzazione del tuo sito web