Ha ancora senso nel 2016 parlare di Web Agency? Di società di Web Marketing? Di Agenzia di comunicazione? Internet è ormai entrata a far parte delle vite quotidiane di tutti, è una commodity al pari della televisione e della corrente elettrica. L’informazione viaggia con migliaia di ramificazioni in luoghi e tempi diversi e spesso imprevedibili, con la capacità di raggiungere virtualmente ogni singolo individuo. Web, social, mobile, tecnologie interattive, video… Quanti sono i modi in cui un messaggio, che sia una notizia o un’informazione promozionale, possono raggiungere il target selezionato?

In un contesto del genere, come scegliere l’agenzia di comunicazione giusta per un’azienda? Innanzitutto credo sia importante definire di cosa si parla quando si usa il termine comunicazione digitale. Per farlo ho scelto di utilizzare la definizione che ne dà il prof. Fabio Forlani dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”:

Complesso di metodi e attività di progettazione, produzione, riproduzione, trasmissione, ricezione, elaborazione e archiviazione di contenuti alla cui base vi è l’utilizzo di infrastrutture e applicazioni tecnologiche di tipo digitale (pc, web, satellite, cellulare, ecc.). Non è un nuovo strumento del communication mix, ma è trasversale a tutti gli strumenti e a tutte le aree della comunicazione”.

Questo già ci aiuta a capire quale sia il tipo di professionalità richiesto per gestire un’efficace presenza sui canali digitale.

Come essere primo su Google?

Questa è una delle classiche domande che viene fatta quando si approccia per la prima volta una Web Agency. Ci sono molti professionisti o presunti tali che approcciano i potenziali clienti con promesse di questo tipo, che sono tanto allettanti a livello commerciale quanto vuote di contenuto dal punto di vista pratico. E’ inoltre un approccio completamente sbagliato alla presenza online: essere primi su Google, anche se ci si riuscisse, non garantisce di per sé il successo di un business o l’aumento dei clienti. Ecco quindi che entra in gioco la vera agenzia di comunicazione digitale.

Ho già parlato di quali sono gli step e le attività da prevedere quando si decide di comunicare seriamente con il proprio pubblico, presente e potenziale. Oggi voglio cercare di spiegare come capire se il consulente o la società con cui si sta parlando siano adatti per raggiungere gli obiettivi che vi siete prefissati.

Scopri come avviare un’efficace strategia di Comunicazione Digitale
  1. Trasparenza: il mondo è pieno di persone che promettono la Luna senza però essere in grado di mostrare in che modo possa essere raggiunta. “Sarai primo su Google in tre mesi“! “Aumenterai il tuo fatturato del 1000% entro un anno“! E’ importante che già in fase preliminare siano chiari obiettivi ed aspettative, in modo da poter definire insieme quelli raggiungibili in base a budget, tempo e necessità concreti. E’ compito del serio professionista non assecondare ogni richiesta per cercare di accaparrarsi un cliente in più, ma aiutarlo a comprendere quali sono le attività realmente utili ed efficaci, possibilmente portando esempi e risultati di lavori precedenti.
  2. Continuità: la rete è fatta di decine di componenti che variano in continuazione. Affidarsi a qualcuno che fa il lavoro per pochi euro, come ad esempio la realizzazione di un sito web, senza preoccuparsi se poi questo sito verrà seguito, monitorato, ottimizzato in base a tutti i cambiamenti che avvengono, significa trovarsi entro un paio d’anni con un lavoro obsoleto e da rifare. Meglio assicurarsi che ci ci segue lo faccia con continuità e competenza, per non avere brutte sorprese.
  3. Flessibilità: proprio perché la comunicazione digitale è un flusso in movimento si deve essere pronti a reagire velocemente alle cose che succedono. Gli algoritmi di Google cambiano in continuazione, così come l’aspetto della pagina dei risultati; il traffico da smartphone è sempre più predominante e questo condiziona abitudini ed esperienza degli utenti; l’avvento di tecnologie interattive ed immersive ha creato un nuovo modo di intendere il rapporto tra aziende e clienti. Tutte queste variabili devono essere tenute in considerazione per apportare i giusti correttivi. Può capitare come agli astronauti dell’Apollo XIII di trovarsi senza ossigeno a metà viaggio, ma se si hanno i tecnici giusti pronti a risolvere il problema velocemente ed efficacemente si può superare quasi ogni difficoltà.

Come scegliere l’agenzia di comunicazione giusta

Mi succede spesso di trovarmi davanti ad imprenditori o aziende che hanno avuto cattive esperienze con consulenti web e altre figure professionali simili. Persone che hanno fatto lavori incompleti o dozzinali, sparendo poi al primo segno di difficoltà, oppure rendendosi indisponibili per assistenza, variazioni e aggiornamenti nel tempo. Il mondo della comunicazione digitale è pieno di opportunità, ma è difficile recuperare la fiducia dopo essersi scottati.

Per non pentirsi dopo vale la pena perdere un po’ di tempo in più all’inizio per valutare non solo la reale competenza di chi si ha di fronte, perché di persone capaci ce ne sono tante, ma soprattutto quanto sia in linea con gli obiettivi e le esigenze specifiche di ogni singola realtà, proponendo in ogni diverso caso gli strumenti, le attività e le soluzioni più adatti. Si tratta di un processo richiede tempo e studio e si deve guardare con sospetto a chi si presenta con tutte le soluzioni già pronte.

Vuoi scoprire cosa possiamo fare per la tua azienda?
CONTATTACI ORA!